Moda a noleggio: il fashion renting approda in Italia

fashion_renting_ecommerceday

Abiti a noleggio. In Italia arriva il fashion renting ed è subito tendenza

Tempo di saldi sì, ma quest’estate in Italia è approdata una nuova tendenza made in Usa: si tratta del fashion renting, il noleggio degli abiti. Una soluzione per ogni brand e occasione nata per dare un’alternativa di acquisto con risparmio in termini di tempo e spazio.

La sharing economy che sfrutta il web

Con il fashion renting nasce una nuova forma di sharing economy online e offline, dal venditore all’armadio. Il fenomeno si registra soprattutto sul web: secondo Allied Market Research, nel 2023 la moda a noleggio varrà circa 1,9 miliardi di dollari.

Un armadio virtuale. L’outfit più indicato per ogni occasione

Niente più sensi di colpa. Il fashion renting consente di ottimizzare spesa e tempo e offre la possibilità di indossare capi diversi,  adatti ad ogni occasione, anche nella quotidianità. Il fashion renting fa ben all’ambiente e può portare anche risvolti pratici come ad esempio non dover continuamente acquistare vestiti nuovi ai figli in età della crescita, affrontare la gravidanza senza cambiare il guardaroba, trovare la mise perfetta per le occasioni speciali della vita. Secondo uno studio di El Paìs, infatti, la vita media di un capo d’abbigliamento è scesa del 36%, circa 160 utilizzi, il che comporta 16 milioni di tonnellate di rifiuti tessili ogni anno solo nell’Unione Europea.

Twinset: case history dello shopping del futuro made in Italy

Apripista dello shopping sostenibile del futuro è Twinset. L’azienda guidata da Alessandro Varisco lancia Pleasedontbuy, una nuova collezione made in Italy studiata per il fashion renting. La collezione, disponibile da settembre, sarà curata in ogni processo di creazione, dall’acquisto del tessuto, alla produzione.  Pleasedontby sarà presentata con 21 modelli, dalla taglia 38 alla 48, in 3, 4 colori diversi.

Pleasedontbuy approderà sul mercato nei flagship store di Milano, Orio al Serio, Verona, Firenze, Roma e Bari. A partire dal 2020, sarà disponibile anche in tutti i monomarca presenti in altri paesi del mondo.