Che cos’è un Brand? Breve guida introduttiva

Che cos'è un Brand? Breve guida introduttiva

 

Creare un brand non è un’attività che si possa risolvere in una manciata di minuti. Bisogna avere le idee chiare e una strategia a monte precisa e definita. Niente deve essere lasciato al caso. Se ogni singolo aspetto da tenere a mente è al posto giusto, non ci vorrà molto prima che uno dei clienti futuri vi noti e si appassioni alla vostra attività.

Ma che cos’è un brand? Quali caratteristiche lo circoscrivono? In che cosa si differenzia dal marchio? Quand’è che si può cominciare a parlare di brand in senso più ampio?

Cominciamo subito a dire che brand è un concetto astratto e alquanto generale, un insieme di valori distinti fusi insieme a formare un’identità dinamica e complessa. Al pari di una persona fisica, il brand può trasmettere emozioni particolari e ispirare reazioni ora di affezione, ora di repulsione.

Che cos’è che costruisce il brand?

Strategie di comunicazione e pubblicità, così come l’interazione con i clienti, sono gli ingredienti principali che promuovono la crescita di un brand nel tempo legittimandone la presenza sul Web. Essendo il brand un concetto astratto non è possibile riferirsi ad esso come marchio. Questo è un errore piuttosto comune che molte persone continuano ancora a commettere.

Il marchio è il simbolo del brand. Potremmo anche dire che il marchio è il disegno che rappresenta in maniera immediata l’identità del brand in questione. La mela morsicata è il marchio della Apple, nonché uno dei loghi più famosi al mondo. Chiunque si imbatta in quel disegno capisce subito quale azienda vi si riferisce.

Brand awareness e Brand Identity: qual è la differenza?

Si fa presto a capire che i due concetti sono tra loro distinti. L’uno pertiene al brand per come è visto dai consumatori, e l’altro si riferisce unicamente a come il brand intende presentarsi sul mercato.

Che cos’è la brand awareness

La brand awareness non è altro che la conoscenza, da parte dei consumatori, dell’esistenza o meno di un dato brand. Si tratta di un concetto importantissimo in virtù delle conseguenze pratiche che apporta: strettamente legata alle dinamiche di mercato, la brand awareness permette di tenere traccia dei progressi in merito alla conoscenza del brand: quante nuove persone sono al corrente della sua esistenza rispetto al giorno prima?

Che cos’è la brand identity

La brand identity è la rappresentazione dell’identità dell’azienda e si compone di attributi, missioni, valori ed emozioni ben specifiche. Possiamo dire che ciò che non deve mai mancare in una brand identity è:

– Un logo
– Una personalità ben definita
– Un sistema di valori coerente

In pratica: come si fa a creare un brand di successo?

Per prima cosa bisogna inserirsi in una nicchia di mercato, ricavandola dal tipo di settore in cui intendete attivarvi per vendere i vostri prodotti o servizi.

Poi dovete trovare un nome o un sintagma che riassuma esemplarmente il concept che avete a cuore di trasmettere alla vostra futura clientela.

Siate creativi, perché questo è uno dei momenti più importanti e delicati.

Create una strategia marketing d’eccellenza

 

La strategia è tutto per un brand che intenda distinguersi dagli altri competitors. Dovete far capire ai consumatori che i prodotti o servizi da voi creati sono quanto di meglio possano trovare in Rete. E come si fa?

Cominciando a rispondere a domande fondamentali.

Avete una missione a lungo termine? Volete risolvere dei problemi specifici che altri competitors non sono in grado di affrontare? Avete in mente di riferirvi a una nicchia particolare di clienti?

Una volta risposto a queste domande, è il momento di condurre un po’ di ricerche di mercato, cercando pareri, commenti e opinioni in merito alle vostre attività.

Curate la veste grafica del vostro sito web

Il brand dovrà differenziarsi dagli altri, e per farlo bisogna intervenire anche sulla veste grafica del sito web dove avverrà la maggior parte delle interazioni con i clienti. Puntate sulla qualità dei template e su un’architettura snella e intuitiva.

Sfruttate a proposito la psicologia del colore. Questo vale tanto per il sito web quanto per il logo che vi rappresenta. Pensiamo al bianco, reso celebre dai prodotti Apple, oppure al rosso della Coca-Cola. Ogni colore può creare un certo tipo di engagement e suscitare una certa reazione emotiva. Sta a voi trovare la sfumatura cromatica ideale per la vostra attività.

 

Volete saperne di più? Lo sapete che il 19 ottobre al Centro Congressi Unione Industriali di Torino si terrà l’ottava edizione dell’Ecommerce Day? All’evento non mancherete occasione di approfondire il rapporto che lega  il Brand all’innovazione digitale, con tutte le conseguenze del caso. Potete trovare maggiori informazioni sul sito.