Kooomo, la piattaforma che semplifica gli e-commerce. Intervista ad Anastasia Sfregola, Sales Director Italia

Kooomo

“Aiutiamo il tuo business a realizzare al meglio l’ecommerce digitale con la nostra piattaforma di ultima generazione ed esperienza collaudata”. Accoglie così gli utenti il sito di Kooomo, la piattaforma ecommerce nata oltre 20 anni e oggi riferimento nel panorama della gestione del commercio online per le aziende.

Kooomo vanta, inoltre, un primato soddisfacente, essendo l’unica tecnologia e-commerce italiana a far parte del Magic Quadrant for Digital Commerce di Gartner, nel 2017.

Abbiamo intervistato Anastasia Sfregola, Sales Director Italia di Kooomo per scoprire quali sono le caratteristiche e i vantaggi di adottare questa piattaforma e-commerce.

Qual è la mission di Kooomo?

La mission di Kooomo  è quella di semplificare la gestione degli e-commerce per consentire alle aziende di affermarsi nelle vendite online; per far questo Kooomo ha sviluppato una tecnologia di ultima generazione “tutta italiana” che sfrutta i recenti progressi del cloud.

Blauer, Camomilla, Moto GP e Blumarine tra le aziende che vi hanno scelto. A chi si rivolge Kooomo?

Kooomo offre soluzioni innovative alle aziende che vogliono investire in maniera consapevole nel mondo e-commerce. Oggi è fondamentale comprendere che l’e-commerce è in continua crescita; e che lo sviluppo online delle aziende non può prescindere dall’affidarsi a dei partner competenti.

Affermate aziende, leader nei settori di riferimento, hanno scelto Kooomo per il loro business. Blauer USA, Camomilla Italia, Moto GP, Umbro, Blumarine sono solo alcune delle imprese tra gli oltre 500 brand clienti della nostra azienda e-commerce; per oltre 1 miliardo di transazioni e una crescita di vendite online anche del 200%.

Ci indichi 3 plus di Kooomo

Kooomo è una tecnologia e-commerce creata da e-commerce manager; ciò va a evidenziare quanto si tratti di un sistema basato su un’idea altamente innovativa e che combina funzioni fondamentali per l’ottimizzazione degli e-commerce.

Tra i vantaggi della piattaforma Kooomo annoveriamo sicuramente la tecnologia cloud e l’architettura Saas che rendono il servizio estremamente efficiente e un uptime del 99,98%; il metodo di lavoro agile attraverso il quale processiamo i feedback dei clienti e rilasciamo aggiornamenti ogni 3 settimane, consentendoci di essere sempre al passo con le esigenze di mercato; e ancora una compliance normativa in materia Gdpr, pensata per l’internazionalizzazione delle imprese che comprende i servizi in multilingua, multivaluta, multiprezzi (può gestirne di diversi a seconda del paese di riferimento) e multi VAT; oltre all’emissione e gestione della fatturazione elettronica.

Tali caratteristiche consentono alla piattaforma Kooomo di distinguersi sul mercato e di essere flessibile e adattabile alle diverse esigenze e fasi dei brand; d’altronde: per aiutare le imprese ad essere competitive sul mercato online, il primo passo è scegliere una tecnologia adatta. La piattaforma Kooomo rappresenta una soluzione scalabile ed economicamente sostenibile che offre supporto alle aziende nel percorso di crescita internazionale.

Kooomo prevede poi anche un servizio di integrazione one click, che permette alle imprese di implementare delle estensioni fornite da oltre 200 partner tecnologici e che vanno dalle analisi, alla logistica alla gestione del magazzino e pagamenti; oltre anche ad un’integrazione con i principali marketplace.

Cosa distingue Kooomo dalle altre piattaforme e-commerce?

Fra i principali punti di forza che distinguono Kooomo dalle altre piattaforme ci sono tecnologia in cloud e architettura Saas, che garantiscono estrema efficienza del servizio e un uptime del 99,98%, il modulo “one click integration” con oltre 200 partner tecnologici; fra cui quelli di analisi, vendita, logistica, gestione del magazzino e pagamento, e integrazione con i principali marketplace. Non solo: Kooomo utilizza un metodo di lavoro agile, in cui i feedback dei clienti sono processati e integrati ogni 3 settimane, e funzionalità out of the box, già installate in tecnologia e che, quindi, non necessitano di installazioni e/o  aggiornamenti successivi.

Tutto questo fa di Kooomo una piattaforma capace di seguire passo dopo passo l’evoluzione e la scalabilità del business dei brand e di sostenere il processo di internazionalizzazione delle aziende. E proprio alla crescita di nuovi mercati esteri online sono dedicate alcune funzionalità della piattaforma pensate per lo sviluppo di strategie di vendita geolocalizzate come adattamento della lingua e delle valute.

Questi sono solo alcuni dei vantaggi che offre Kooomo come soluzione digitale end-to-end e che la differenziano dalle maggiori piattaforme note.

Tra le funzionalità di Kooomo anche la strategia omnichannel. Perché è importante?

Le funzionalità omnicanale consentono alle aziende di raggiungere i consumatori (e viceversa) utilizzando tutti i punti di contatto possibili: i negozi online/fisici, i social media, l’email, sms e app; tale strategia è messa in atto lungo tutto il processo d’acquisto, dall’advertising sino al post-vendita.

Con la funzionalità omnichannel, ad esempio, l’utente ha la possibilità di comprare online e ritirare in store – o viceversa. La gestione sinergica dei vari canali consente di snellire i processi di acquisto, ritiro, resi ecc. e rende la customer experience soddisfacente.

Kooomo sfrutta tale funzionalità omnicanale e offre uno stock sincronizzato che consente ai clienti di cliccare e ritirare gli ordini e anche di avere diverse opzioni di reso.

Terremoto nel mondo e-commerce. Chiude Magento 1 e oltre 250K negozi online devono migrare su altra piattaforma. Cosa ci dice in proposito?

Vendere online oggi non significa più solo avere un sito, ma fare azienda; questo evidenzia come ci sia la necessità di considerare diverse varianti prima di affidarsi a un partner per l’e-commerce ed evitare inconvenienti gravi e spiacevoli.

Per individuare la piattaforma verso la quale migrare è necessario tenere bene a mente quali sono i rischi nei quali si può incorrere e salvaguardare alcuni aspetti fondamentali. Parliamo ad esempio di sicurezza – di dati e pagamenti, di malfunzionamenti del sistema e di attacchi informatici e/o virus. Ecco perché bisogna scegliere con cura la piattaforma da adottare; nel caso, inoltre, di chi dovrà spostare il proprio ecommerce da Magento 1 a un’altra piattaforma, sarà ulteriormente necessario farsi trovare preparati prima che i tempi stringano (entro giugno 2020, data di chiusura Magento 1).

Le opzioni a disposizione delle aziende sono diverse, ma è necessario comprendere che le migrazioni massicce sono da controllare per eseguirle al meglio. Immaginiamo ad esempio che i negozi online rimasti orfani di Magento 1 decidessero di passare a piattaforme interne allo stesso; questo sarebbe praticamente insostenibile perchè un solo partner si troverebbe a gestire quasi un migliaio di reintegrazioni. Senza contare che un passaggio interno non garantirebbe in nessun modo un abbattimento dei tempi perché in ogni caso tutto deve essere costruito da zero; inoltre gli sviluppatori avranno bisogno di tempo per rendere la migrazione il più agevole possibile.

Piattaforma Cloud o soluzione integrata?

Il periodo di transizione dipenderà da molti fattori, come la struttura del sito, il traffico web, i volumi delle transazioni, le estensioni da realizzare e le dimensioni del team di sviluppo. Le piccole e medie imprese (PMI) potrebbero considerare la possibilità di ospitare la loro piattaforma in cloud, mentre le organizzazioni più grandi a livello aziendale potrebbero optare per una soluzione integrata. La nuova piattaforma dovrà inoltre essere adeguatamente testata per evitare problemi che potrebbero comportare un’esperienza negativa per i consumatori.

La scelta tecnologica è sempre la scelta più importante. Il brand deve avere piena visibilità del processo e contemporaneamente deve pretendere una soluzione facilmente scalabile che si adatti alle diverse fasi di espansione del business.

Il cambio di piattaforma potrebbe anche rivelarsi un’opportunità per crescere ed espandere i ricavi online e offline. Un’analisi proprio di Kooomo ha rilevato che molte aziende che hanno scelto di cambiare piattaforma ora stanno registrando in media un aumento del 25% dei ricavi.