Fiat: la storia delle automobili che ci hanno resi orgogliosi di essere italiani

storia fiat

La storia della Fiat è la storia dell’Italia. Per comprenderla a pieno, devi averla vissuta a pieno. Scopriamola insieme. #Fiat #FCA #SergioMarchionne #Business #ecDAY2018 #EcommerceDay

La storia della FIAT è la storia dell’Economia Italiana

La Storia della Fiat è la storia dell’Economia Italiana e dello sviluppo industriale di un Paese che ha saputo essere protagonista sulla scena del mercato economico internazionale.
Fiat significa “Fabbrica Italiana Automobili Torino”, parola che in latino si traduce con “Che sia!”. Le sue origini risalgono al 1899, quando un gruppo di uomini d’affari torinesi capeggiati di Giovanni Agnelli, decisero di realizzare un prototipo di automobile. Quest’ultimi approfittarono del fermento creativo della Torino di quegli anni, città che stava dimostrando una forte anima innovativa, soprattutto nel settore industriale. E riuscirono a creare un impero e a rendere gli italiani orgogliosi di essere tali.

Come è nata la FIAT?

Agli inizi del 900 la fabbrica produce poco più di 20 automobili l’anno, realizzate da una trentina di operai. Sono auto di lusso, per un pubblico che può permettersi l’acquisto. Nel 1903 la società viene quotata in borsa e dopo il modello 4HP ne seguono altri. Ben presto, la produzione raggiunge il mercato Australiano e Americano. Nel 1916, infatti, prende vita la fabbrica di Lingotto, segno di quella trasformazione da prodotto di nicchia a prodotto di massa che la FIAT ha reso possibile in Italia nel settore automobilistico. Nel 1930 nasce la prima automotrice di tutto il mondo: la Littorina, mentre a Torino viene inaugurato lo stabilimento di Mirafiori.

La storia della FIAT dopo la Seconda Guerra Mondiale

Dopo la crisi della Seconda Guerra Mondiale, il gruppo FIAT è protagonista di un miracolo, perché riesce a produrre e vendere circa 400mila macchina all’anno. Nel 1955 viene lanciata la 600, due anni dopo la 500. Questa, infatti, diverrà ben presto il simbolo dell’azienda, e la FIAT aprirà fabbriche in tutto il mondo. Nel 1964 viene poi presentata la 850, a cui seguiranno la 124 e la 128.

La 127 e la Panda: le auto che hanno cambiato la storia della FIAT e dell’Italia

Negli anni settanta esce la 127, un altro grande successo del gruppo, che viene convertito in una Holding. Gli anni 80 invece sono quelli del boom economico, reso possibile alla FIAT grazie alla creazione della Panda, che diventa leader nel settore delle utilitarie e dà una visibilità incredibile al marchio, portando il made in italy nel mondo e rendendoci fieri di essere italiani. Altri successi sono la Uno e la Tipo, che sarà premiata nel 1988 come auto dell’anno.

Gli anni duemila della FIAT e la crisi economica

Nel 1993 la Fiat accoglie il gruppo Maserati e mette in commercio la Multipla che viene tanto criticata. In quegli anni oramai l’azienda gode di più di 220mila dipendenti.
Negli anni duemila invece la crisi economica colpisce anche l’azienda, che decide di fare un’alleanza con General Motors, che però si conclude poco dopo. Alla morte di Gianni e Umberto Agnelli la situazione diventa complicata. Luca Cordero di Montezemolo diventa presidente, mentre Sergio Marchionne amministratore delegato. Qualche anno dopo Montezemolo viene sostituto da John Elkann e Marchionne riesce a far superare la crisi economica all’azienda e a trasformare il gruppo nel settimo gruppo automobilistico mondiale grazie all’accordo con Chrysler. Il 29 gennaio del 2014, quindi, nasce la FCA (Fiat Chrysler Automobiles).

Qual è il futuro della FIAT dopo Marchionne?

Anche dopo la morte di Sergio Marchionne il futuro della Fiat non sembra prevedere altre crisi. L’azienda ha deciso di stanziare 45 miliardi di euro di investimenti, 9 dei quali dedicati all’elettrificazione per 29 nuovi modelli (compresa la Jeep e la 500), l’abbandono del Diesel, l’azzeramento del debito e la produzione di nuovi modelli. L’unico elemento che deve essere ancora stabilito è chi sarà il successore di Marchionne. L’azienda ci sta lavorando, ma il nome non sarà rivelato prima del 2019.

Le storie dei grandi Brand che hanno fatto la storia dell’Italia ci aiutano a comprendere che tipo di imprenditori siamo e vogliamo diventare. Per questo, ti inviamo a partecipare al nostro EcommerceDay, l’evento italiano che si terrà il 19 ottobre a Torino, su ecommerce e Digital Transformation. Cosa stai aspettando? Prenota subito il tuo biglietto.