Il resoconto della settima edizione dell’E-commerce Day

Featured Video Play Icon

Design, innovazione ed e-commerce sono state il leitmotiv vincente della settima edizione dell’E-commerce Day, evento nazionale dedicato al commercio elettronico tenutosi il 13 ottobre al Motor Village Mirafiori di Torino.

Era partito con un obiettivo semplice e chiaro: fornire ai partecipanti gli strumenti più efficaci e le strategie più innovative in materia di Digital Transformation e Open Innovation, partendo proprio dall’interno delle imprese italiane e dai loro vertici. Come ogni evento di importanza nazionale che si rispetti, l’E-commerce Day ha dimostrato di essere molto più di ciò che in origine la Jusan Network, promotrice dell’iniziativa, si era proposta di realizzare. Infatti la giornata è stata un’occasione unica e irripetibile di confronto tra Direttori Marketing, Amministratori delegati, Manager e Aziende provenienti dai più disparati settori del digitale.
Durante il corso della giornata i relatori coinvolti hanno avuto modo di approfondire temi e discipline tra loro distinte quali trasformazione digitale, marketing, customer experience, logistica, mobile, cloud e Big Data, sicurezza informatica e molto altro.

Tra gli ospiti grandi nomi del design nazionale e internazionale

Tante aziende e tante esperienze si sono avvicendate sul palco per offrire una panoramica completa sul mondo dell’e-commerce in Italia e sulle opportunità nella competizione sui mercati esteri. Tra questi, Daniele Lago, amministratore delegato ed Head of Design di Lago, ha fornito il proprio punto di vista sulla trasformazione digitale, strumento prezioso e imprescindibile per lo sviluppo di un’impresa. La strategia adottata dal team di Lago, come spiega Daniele, ha inteso mettere al centro la persona, secondo un approccio customer-oriented necessario per un business che aspiri a evolvere nel tempo. Samuele Camatari, docente di e-commerce ed esperto in trasformazione digitale ha fornito preziosi spunti e consigli in merito a temi molto discussi come Digital disruption o digital transformation, Open Innovation e su come sfruttare la digitalizzazione per aumentare i posti di lavoro. Non è un caso che la Jusan Network, azienda da lui fondata nel 2005, corrisponda appieno al modello ideale di agenzia che l’imprenditore torinese ha avuto modo di presentare. L’intervento di Francesco Casoli, Presidente Elica Spa, è stato anticipato da una grande attesa. Il pubblico ha potuto ammirare l’estro e il carisma di Casoli mentre l’imprenditore passava in rassegna la storia della sua azienda, rimanendone incantato come se fosse di fronte a uno spettacolo teatrale. Si è parlato a lungo del dovere, da parte di un brand, di deliziare il proprio cliente, di imparare sempre dai propri errori e di avere il coraggio di osare, sperimentare, avendo sempre presente il fatto che il tempo scorre a una velocità impressionante e bisogna impegnarsi con tutte le proprie energie per stare al passo con le dinamiche di mercato.
Altrettanto rilevanti sono stati gli interventi di Javier Gomez Palacios, CEO di Flying Tiger Copenhagen, Marco Losito di FCA, Edoardo Cavagnino di Gelati Pepino 1884 e Felice Petrignano, Management Consultant di IBM, i quali hanno dato il loro personale contributo in merito al rapporto che intercorre tra mondo online e mondo offline, facendo inoltre il punto sulle nuove tecnologie destinate a impattare il mercato del lavoro da qui a pochi anni. Preziosa, puntuale e intrigante è la prospettiva portata da Paola Bertoldo de L’Opificio, Camilla Lovera di Mottura, Alessio Stefanoni di CNA, Stefano Ferro di Neen, Fabrizio Reale di Mail Boxes Etc, Federica Sala di Interior Be nei propri rispettivi settori professionali. Un grande contributo all’E-commerce Day Design è stato concesso da Paolo Pininfarina, simbolo del design italiano noto a livello internazionale non soltanto per le oltre 100 Ferrari disegnate in quarant’anni di onorata carriera, ma anche per più di 600 collaborazioni con brand del calibro di Bovet, Coca Cola, Samsung, Motorola, Petronas, Juventus e Lavazza. Pininfarina ha rimarcato il ruolo primario esercitato dalla formazione per lo sviluppo del business di un’impresa e ha messo a disposizione la sua comprovata esperienza nel settore per fornire consigli a tutti i professionisti impegnati in attività digitali.

L’evento si è chiuso con la messa all’asta di tre prodotti realizzati da Gioielli di Valenza, il cui ricavato è stato interamente devoluto agli Asili Notturni di Torino, associazione di beneficenza torinese sostenuta in primis da Sergio Rosso, impegnata nel fornire supporto e assistenza a tutti i coloro che a causa di un particolare evento della loro vita si trovano nell’impossibilità di assicurarsi cure mediche essenziali o un pasto caldo e un posto per dormire.

Inoltre la chiusura è stata un occasione per l’inaugurazione della mostra dedicata all’icona del design italiano, “Cinque100 – Il mito di una popcar.” La rassegna personale di Diego D. Testolin è stata curata da Roberta di Chiara e allestita dal 13 ottobre al 12 novembre 2017 presso la Mirafiori Galerie. In occasione del suo sessantesimo compleanno, il 4 luglio scorso, la 500 è stata riconosciuta come un’opera d’arte moderna, divenendo parte integrante della collezione permanente del MoMA di New York. Si tratta un tributo straordinario al valore artistico e culturale di questo simbolo, democratico e distintivo, dello stile italiano nel mondo.

La settima edizione dell’Ecommerce Day ha avuto come moderatore d’eccezione Luca Tremolada, giornalista del Sole 24 Ore.

Patrocini e Partner dell’Ecommerce Day

E-commerce Day ha inoltre goduto del sostengo di vari enti ed istituzioni locali come: Regione Piemonte, Città di Torino, Camera di Commercio, CNA, Confesercenti, Polo ICT, IAAD, Enaip, Istituto Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione ed ha fatto parte di Torino Design of the City, organizzato da World Design Organization™. Tra i partner coinvolti, oltre a PrestaShop, piattarforma leader nello sviluppo di soluzioni per ecommerce, attiva da anni in attività di proficua collaborazione con la Jusan Network, E-commerce Day ha potuto contare su altri due nomi di particolare rilevanza nel panorama digitale: eBay, marketplace di fama mondiale e l’azienda francese Criteo. Nata nel 2005 come piattaforma tecnologica, oggi Criteo può vantare su un team di oltre duemila dipendenti, 14mila inserzionisti e su oltre 1.8 miliardi di fatturato nel solo 2016, operando su trenta mercati in tutto il mondo. Criteo è inoltre all’origine dell’algoritmo di Performance marketing più intelligente al mondo. La partecipazione dell’azienda francese all’E-commerce Day in qualità di Silver Partner è solo il principio di ciò che si prefigura come un lungo legame professionale destinato a dare i suoi frutti in molteplici settori.

Perché curare un evento dedicato al design?

Negli ultimi anni il design ha svolto un ruolo primario diventando ormai determinante per la messa in commercio dei prodotti. L’oggetto non è più un mero strumento materiale preposto a soddisfare un qualche scopo, ma integra in sé stesso una serie di concetti, idee e modelli tali da renderlo attraente agli occhi del consumatore. Non si tratta più, quindi, di concentrarsi unicamente sull’utilità pratica e immediata dell’oggetto, ma di porre attenzione anche alle molteplici sfumature che lo connotano, primo fra tutte il dato emozionale. Il processo di acquisto di un prodotto dipende largamente da come questo prodotto viene presentato e contestualizzato di volta in volta. L’interazione tra canali digitali e mondo offline è di particolare importanza, date le odierne dinamiche di mercato, tutte votate all’urgenza del cambiamento e dell’innovazione continua.
E-commerce e design sono due facce della medesima evoluzione. Ricordiamo come l’e-commerce sia un settore in forte crescita, ormai, anche in Italia. Nel solo 2017 registra circa 24 miliardi, un valore più che raddoppiato dal 2013 ad oggi. Crescono gli acquisti e il valore dello scontrino medio. Ma nonostante tali risultati l’Italia è molto indietro nel processo della trasformazione digitale. Dalle statistiche della Commissione UE l’Italia si posiziona al 25esimo posto su 28, risultando tra gli ultimi paesi nello sviluppo digitale in Europa, molto lontana dai numeri di paesi come Danimarca, Finlandia, Svezia. Ecco perché promuovere iniziative come l’E-commerce Day è indispensabile per sensibilizzare la società sulle strategie che bisogna compiere per rimanere competitivi nel medio come nel lungo periodo.

L’organizzatrice dell’evento

Con oltre sedici anni di esperienza, Jusan Network, organizzatrice dell’evento, opera nel mondo della comunicazione , marketing, social media e sviluppo e-commerce. Lavora a supporto delle grandi e piccole aziende nei settori B2B e B2C , per grandi istituzioni ed enti governativi sia italiani che internazionali. All’avanguardia in tutto ciò che pertiene al mondo digitale, Jusan è promotrice di diverse iniziative volte a diffondere la cultura del commercio elettronico in tutte le sfumature che lo caratterizzano (Accademia dell’E-commerce, E-commerce Guru, E-commerce 360, E-commerce Day, Digital Caffè).

Il grande successo ottenuto dalla settima edizione dell’E-commerce Day, forte di una partecipazione entusiasta da parte del pubblico e di uno scambio di idee continuo e fruttuoso, ha permesso di ricevere numerosi feedback positivi da cui sono già nati spunti e impulsi preziosi per la cura della prossima edizione, destinata a giugno del 2018.