ECOMMERCE DAY DESIGN

Improve the experience

Negli ultimi anni il settore del design ha acquisito un’importanza fondamentale nella commercializzazione dei prodotti.
L’oggetto non è più solo materiale, ma si porta dietro una serie di concetti, idee e modelli che lo rendono attraente agli occhi del consumatore. Pertanto la scelta non si basa più su un bisogno, ma sull’emozione trasmessa.
In questo contesto la comunicazione diventa un aspetto essenziale del marketing, poiché il processo di acquisto viene determinato da come un prodotto viene presentato, ambientato e contestualizzato.
Alcuni grandi nomi nell’ambito del design sono nati e si sono sviluppati in determinati contesti storici, acquisendone le peculiarità per le quali vengono ricordati ancora oggi. Nell’epoca attuale, dove le tempistiche si sono ristrette e i cambiamenti sono all’ordine del giorno, sono sopravvissute solo quelle aziende che hanno saputo adattarsi al continuo mutamento del gusto dei consumatori.
L’ambiente digitale diventa quindi uno strumento essenziale nel campo del design, che lo condiziona e a sua volta ne viene condizionato; è grazie a questo scambio reciproco che si costituisce quel processo di innovazione continua che permette non solo di seguire, ma anche di anticipare e creare quello che sarà.

La sfida del futuro? Disegnare esperienze d’uso che siano uniche, ovvero personalizzate, integrate tra offline ed online, e, soprattutto, memorabili.

I PROTAGONISTI

Moderatore

Relatori

Startup

Solidarietà

Asili Notturni Umberto I

Asili notturni Umberto I di Torino è un’associazione che fornisce un ricovero temporaneo e gratuito durante la notte a individui di ogni condizione, disoccupati, residenti o di passaggio nella città di Torino. La struttura offre assistenza sanitaria per malattie virali, cure odontoiatriche, dermatologiche e oculari. Gli Asili Notturni furono fondati a Torino nel 1886 da un gruppo di persone intenzionate a offrire supporto psicologico e fisico a coloro che fossero sprovvisti dei mezzi più elementari che pertengono a una vita dignitosa. L’edificio antico, chiuso nel 1981, è stato poi ristrutturato per adeguarlo alle attuali condizioni sociali.

L’iniziativa si inserisce nel più ampio contesto di solidarietà adottato da sempre più privati cittadini, i quali si trovano disposti a intervenire laddove lo Stato è carente.
I risultati raggiunti da Asili Notturni dalla sua fondazione a oggi sono tanto sorprendenti da poter essere presi come fonti di ispirazione continua e stimolo a portare avanti il progetto: più di 60 mila pasti caldi consegnati ogni anno, 8 mila ospiti, 6 mila notti offerte ai senza fissa dimora e 5 mila interventi sanitari, di cui oltre 4 mila di prestazioni dentistiche e oculistiche.

La stessa Associazione ha promosso inoltre l’ideazione di “Il Piccolo Cosmo”, progetto volto a fornire 62 posti letto ripartiti nelle due sedi che strutturano l’iniziativa. Piccolo Cosmo è la più grande struttura italiana completamente gratuita per persone con scarse possibilità finanziarie, malati lungodegenti e pazienti di ospedali.

In occasione della settima edizione dell’ecommerce Day, il brand Gioielli di Valenza metterà all’asta un oggetto, il cui ricavato verrà devoluto direttamente e interamente all’associazione, IBAN IT23O 03359 01600 100000115511 intestato ad Asili Notturni Umberto I – Torino.

 


MOSTRA: CINQUE100 – IL MITO DI UNA POPCAR

Opening 13 ottobre 2017, dalle 18.30 alle 20.00
In esposizione dal 13 ottobre al 12 novembre 2017
Mirafiori Motor Village, Piazza Riccardo Cattaneo 9
(INGRESSO LIBERO)

Miracolo di design italiano, è l’auto che ha migliorato la vita quotidiana di milioni di persone, ha accompagnato la ripresa economica, ha messo l’Italia su quattro ruote e poi l’ha esportata in tutto il mondo: la Fiat 500 è una vera e propria icona, entrata stabilmente nell’immaginario collettivo dei prodotti di massa con forte personalità.

In occasione del suo sessantesimo compleanno, il 4 luglio scorso, la 500 viene riconosciuta addirittura come un’opera d’arte moderna e diviene parte della collezione permanente del MoMA di New York, un tributo straordinario al valore artistico e culturale di questo simbolo, democratico e distintivo, dello stile italiano nel mondo.

Proprio da un’interpretazione creativa di questo intramontabile modello parte la rassegna personale di Diego D. Testolin curata da Roberta Di Chiara e allestita dal 13 ottobre al 12 novembre 2017 presso la Mirafiori Galerie di Torino. “Ho sempre guardato alla pop-art e ai grandi maestri americani indagando i temi della quotidianità, innalzandoli a simboli del mio tempo – spiega il pittore – La mostra Cinque100 nasce da qui: è un omaggio all’icona che ha motorizzato gli italiani rendendo onore al suo stile e al design che l’hanno resa celebre nel mondo”.

Privata volutamente della sua specificità d’uso, nelle opere di Testolin la 500 corre sulla tela e, divenuta opera d’arte, si trasforma nell’unica protagonista del momento, attraverso immagini che raccontano il suo appeal rimasto intatto nel tempo e che ha lasciato un segno indelebile nella storia dell’automobile. I ritratti esposti, circa una ventina di oli su tela accompagnati da qualche opera a tecnica mista, la vedono indiscussa protagonista spesso immersa nella sacralità segreta dei paesaggi urbani, la indagano esaltandone il carattere come Testolin, artista esperto in fisiognomica, è abituato a fare.

La mostra rievoca la serialità di wahroliana memoria, ma al contempo dà voce all’unicità di ogni esemplare in un’opera in cui il tutto è più della somma delle singole parti.

L’Artista

Diego D. Testolin nasce a Schio (VI) il 22 Luglio del 1968. Frequenta l’Istituto d’Arte “Bartolomeo Montagna” di Vicenza. La sua produzione artistica inizia poco più che adolescente con sperimentazioni di vario genere e dipinti ispirati alla pop art americana e alla letteratura beat.
Una ricerca che guarda ai grandi maestri statunitensi e strizza l’occhio alle tecniche pittoriche più all’avanguardia prendendo spunto dalla quotidianità.
È referente per la Polizia Scientifica del Triveneto nella realizzazione di identikit a mano libera ed è esperto di fisiognomica.